Perdonami, Padre

23 dicembre 2014 Commenti disabilitati su Perdonami, Padre

È dura ascoltare chi ti fa delle rimostranze. Scappa il giudizio di dire: “Basta, ho bisogno di sentire qualcosa di più bello, dolce…” (forse “innocuo”?). È quello che ho pensato leggendo i primi lanci del discorso del Papa alla Curia ieri. Oggi leggerete che il Papa ha bastonato la Curia, che ha accusati i cardinali di nefandezze, di corruzione e di quant’altro. Sono andata a leggerlo il discorso e ho scoperto che può essere utile come esame di coscienza prima della confessione natalizia, lo dice lui stesso. Può essere che non sia teologicamente profondo, non cita grandi dottori della Chiesa, non è un esegeta, ma può avere grande efficacia se preso personalmente come impegno. Se ne sarà accorto chi lo legge solo con lo scopo di godere di vedere la Curia accusata di ogni male? Non credo.

“[…] Fratelli, tali malattie e tali tentazioni sono naturalmente un pericolo per ogni cristiano e per ogni curia, comunità, congregazione, parrocchia, movimento ecclesiale, e possono colpire sia a livello individuale sia comunitario”.
[Leggi tutto]

Insomma, come ha riassunto Introvigne, per curare “le ferite del peccato che ognuno di noi porta nel suo cuore” – dice il papa – la terapia è una sola: confessione sacramentale, preghiera, devozione alla Vergine Maria.
[Leggi tutto]

Tag:

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo Perdonami, Padre su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: