Papa Francesco e il “potere della grazia”

1 aprile 2013 Commenti disabilitati su Papa Francesco e il “potere della grazia”

Fa specie leggere di tutta questa attenzione nei confronti di Papa Francesco, attenzione “positiva”, si intende, da parte dei Mass Media. E capiamo e condividiamo certi sfoghi da parte di chi ha amato e ama Benedetto XVI. Come era capitato proprio a Benedetto XVI, scopriamo, però, andando a leggere i discorsi integrali, non piegati a proprio uso e consumo dai giornalisti e dalle testate giornalistiche, scopriamo che i discorsi hanno un significato molto più profondo di quel che ci vogliono far credere e pensare. Se prima erano piegati per denigrare Benedetto XVI, oggi lo sono per dare un’immagine pro domo sua di Papa Francesco. Un esempio, per la Messa Crismale del Giovedì Santo, il messaggio decontestualizzato è stato: “Siate pastori con l’odore delle pecore”. Messaggio bello anche preso così semplicemente, ma in verità del tutto minimo se raffrontato al discorso integrale del Papa sul ruolo e compito del sacerdote.

A parte la voluta e completa omissione del discorso sulla bellezza della liturgia di cui Papa Francesco ha parlato (“Dalla bellezza di quanto è liturgico, che non è semplice ornamento e gusto per i drappi, bensì presenza della gloria del nostro Dio“), del tutto normale in questo continuo raffronto tra la semplicità di Francesco e la presunta pomposità di Benedetto XVI, ho trovato interessantissima la parte in cui il Papa ha approfondito il ruolo del sacerdote, che non solo deve prendere “l’odore delle pecore”, ma soprattutto deve portare “il profumo dell’Unto… che giunge attraverso di noi”, perché “la grazia passa attraverso di noi”. Attenzione, “Grazia”:

“La nostra gente gradisce il Vangelo predicato con l’unzione, gradisce quando il Vangelo che prechiamo giunge alla sua vita quotidiana… E quando sente che il profumo dell’Unto, di Cristo, giunge attraverso di noi, è incoraggiata ad affidarci tutto quello che desidera arrivi al Signore... Quando siamo in questa relazione con Dio e con il suo Popolo e la grazia passa attraverso di noi, allora siamo sacerdoti, mediatori tra Dio e gli uomini. Ciò che intendo sottolineare è che dobbiamo ravvivare sempre la grazia e intuire in ogni richiesta, a volte inopportuna, a volte puramente materiale o addirittura banale – ma lo è solo apparentemente – il desiderio della nostra gente di essere unta con l’olio profumato, perché sa che noi lo abbiamo. Intuire e sentire, come sentì il Signore l’angoscia piena di speranza dell’emorroissa quando toccò il lembo del suo mantello. Questo momento di Gesù, in mezzo alla gente che lo circondava da tutti i lati, incarna tutta la bellezza di Aronne rivestito sacerdotalmente e con l’olio che scende sulle sue vesti. È una bellezza nascosta che risplende solo per quegli occhi pieni di fede della donna che soffriva perdite di sangue. […] Non è precisamente nelle autoesperienze o nelle introspezioni reiterate che incontriamo il Signore: i corsi di autoaiuto nella vita possono essere utili, però vivere la nostra vita sacerdotale passando da un corso all’altro, di metodo in metodo, porta a diventare pelagiani, a minimizzare il potere della grazia, che si attiva e cresce nella misura in cui, con fede, usciamo a dare noi stessi e a dare il Vangelo agli altri, a dare la poca unzione che abbiamo a coloro che non hanno niente di niente”.
[Leggi tutto]

Ecco, “Vivere la nostra vita sacerdotale passando da un corso all’altro, di metodo in metodo, porta a diventare pelagiani, a minimizzare il potere della grazia“. Mai parole furono più chiare, e mai parole furono più ignorate. Sacerdoti pelagiani, cioè coloro che incitano ad essere bravi, a sforzarsi di migliorare, minimizzando “il potere della grazia”. Se ne è parlato di questo “potere della grazia” nei resoconti dei Mass Media sulla Messa Crismale celebrata da Papa Francesco? No. Perché? Perché i nemici della Chiesa vogliono sacerdoti-operatori-sociali, non “somministratori” di “Grazia”.

Tag:, , , , , ,

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo Papa Francesco e il “potere della grazia” su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: