Perdono

26 gennaio 2012 § 1 Commento

Immaginiamo un uomo che perde il figlio (A). Si dà il caso che quell’uomo è anche un grande scienziato che riesce a passare in un universo parallelo (B) in cui vi sono nostri alter-ego. Walter, questo il suo nome, riesce a passare in quell’universo (B), a sottrarre la “copia” del figlio per salvarlo. Vi riesce. Quattro serie dopo il figlio adulto viene scaraventato in un terzo universo (C) in cui Walter ha sottratto sì il figlio, ma non è riuscito a salvarlo. In questo universo (C) Peter, il figlio, chiede al Walter C  di rispedirlo nell’universo A. Se nell’universo A, Walter si era già riconciliato con il suo “abuso di scienza” e con il figlio, ricevendo un “segno” richiesto, nell’universo C Walter è ancora alle prese con la sua coscienza. Ne scaturisce uno straordinario dialogo tra il Walter C e sua moglie Elisabeth dell’universo B. Una piena confessione, seguita da un perdono. E se il perdono può essere dato da una madre a cui è stato sottratto un figlio, come fa Dio a non perdonare?

Elisabeth: – Il fatto che io sia qui ti riportera’ alla mente un sacco di ricordi. Anche io mi ricordo di una cosa… mi ricordo di quella notte, 26 anni fa. Quando venisti da me, dall’altra parte, e portasti via Peter con te.
Walter.: – Mi spiace. Non avrei mai dovuto farlo.
E. : – Stavi provando a salvarlo.
W.: – Non stava a me salvarlo. Non ne avevo nessun diritto. Il mio Peter se ne era gia’ andato.
E: – Ma eri pur sempre un padre. Ho visto quanto lo amassi… La tua forza…
W.: – Non era forza, ma arroganza! E da quel giorno in avanti, sono stato punito.
E.: – Da chi?
W.: – Da Dio…Da…una “divinita’ “…chiamala come ti pare. E capisco di meritarmelo. Nessun uomo dovrebbe fare cio’ che ho fatto.
E.: – Hai commesso un errore. E’ nella natura di un essere umano.
W.: – No, e’ stato… piu’ di un semplice errore. Ho danneggiato il tessuto di entrambi gli universi! Ho chiesto un segno, una prova del fatto che fossi stato perdonato. Ma non ho ricevuto nulla. Per me non e’ prevista l’assoluzione.
E.: – Beh, io a questo non credo. Io ti perdono, Walter. Ti ho perdonato molto tempo fa. E se posso farlo io puo’ farlo anche Dio.
Fringe, episodio 9 Stagione 4

§ Una risposta a Perdono

  • claudiolxxxi scrive:

    Una delle migliori puntata di Fringe (ma la più bella per me resta appunto quella, qui citata, del tulipano bianco)

Che cos'è?

Stai leggendo Perdono su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: