Nessun uomo è un'isola/2

1 aprile 2011 Commenti disabilitati su Nessun uomo è un'isola/2

Dicevamo che senza il prossimo non possiamo conoscere noi stessi. Solo attraverso le relazioni possiamo approfondire, andare nel profondo, nell'abisso della nostra persona. Ma c'è un altro passo da fare trascurato che invece Pascal ha ben delineato e puntualizzato:

«Non soltanto non conosciamo Dio se non per mezzo di Cristo, ma non conosciamo nemmeno noi stessi se non per mezzo di Cristo. Non conosciamo la vita, non conosciamo la morte, se non per mezzo di Cristo. All'infuori di Cristo, noi non sappiamo né che cos'è la nostra vita né che cos'è la nostra morte né che cos'è Dio né che cosa siamo noi stessi».
Pascal, Pensieri, n. 729

È una scala dunque, senza relazioni e senza prossimo non si procede; con le relazioni e con l'aiuto del prossimo possiamo iniziare a comprenderci, ma è solo un'ombra, uno schizzo, un'illusione, rispetto alla conoscenza che potremmo raggiungere per mezzo di Cristo.

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo Nessun uomo è un'isola/2 su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: