Pillole/15

10 marzo 2011 § 3 commenti

Le bugie sono per natura così feconde, che una ne suole partorir cento.
Carlo Goldoni

Aggiungerei che pare essere una malattia che piano piano invade tutta la ragione; un bubbone che si diffonde, intaccando anche quelle membra che prima si voleva risparmiare. Più ci si infanga nella menzogna, più è difficle uscirne fuori, se non con l'aiuto di un bastone, di una corda che da fuori ti tiri fuori.
C'è da dire che le bugie sono tra le prime attività relazionali dei bambini, quindi facilmente accessibili a tutti. E pazienza se poi c'è qualche genitore che sostiene che i bambini non hanno peccati.

§ 3 risposte a Pillole/15

  • giorgetto2rock scrive:

    sì, in linea di massima sono uno di quei genitori…

  • Asmenos scrive:

    La parola "peccato" è odiosa.
    I bambini dicono le bugie. Ovvio.
    Ma da questo a credere che dalla nascita siano marchiati come da un inchiostro nero che è in sè il germe del male mi pare allucinante.

  • quidestveritas scrive:

    Davvero Giorgio? Vabbhè, veniali…:-)
    Mi sembra che quello che la fa più grossa di quella che è sei tu As, il peccato non è nient'altro che un "meno bene", per sé e per gli altri, e le bugie sono una manifestazione di questo "meno bene", soprattutto nei confronti del prossimo, verso il quale, mentendo, non si dimostra particolare amore.

Che cos'è?

Stai leggendo Pillole/15 su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: