Come bambini/17

5 febbraio 2011 § 7 commenti

– Guarda che lo so che Dio ha creato il mondo e poi ha creato il primo uomo e la prima donna che hanno avuto due figli, uno buono e uno cattivo.
– Ah, già Caino ed Abele.
– Come ha fatto Caino ad uccidere Abele?
– Bhè, l'ha colpito con un bastone.
(Silenzio)
– Ecco perché esiste il male.

 

I bambini mica danno la colpa alla società…

§ 7 risposte a Come bambini/17

  • utente anonimo scrive:

    Nè l'una nell'altra Quid.
    La reltà è più complessa.

    Asmenos

  • utente anonimo scrive:

    Mi ricorda il brano di un romanzo, Q, di Luther Blisset.

    Un predicatore racconta: «Ieri ho domandato a un pargolo di cinque anni chi fosse Gesù. Sapete cosa mi ha risposto? Una statua. Questo ha detto: una statua. Per la sua piccola mente Cristo non è altro che l'idolo davanti al quale i genitori lo costringono a dire le preghiere prima di dormire!»

    IlCensore

  • quidestveritas scrive:

    Difficile che un bambino risponda così, se non nella mente di Eco e dei suoi compari. Il "senso religioso" dei bambini è ancor più sviluppato di qualsiasi adulto che abbia la fede.

  • Asmenos scrive:

    Beh, Quid, lo dici perché ci speri, per induzione o per rivelazione?

  • Asmenos scrive:

    Che parola filosoficamente pesante!
    Ragionando meno sottilmente, dubito che tu abbia "osservato" l'intera popolazione di bambini presente al mondo. E così Censore.
    Certe affermazioni in assoluto lasciano il tempo che trovano.

  • quidestveritas scrive:

    Ma certo As. Però cominciamo ad osservare chi abbiamo accanto.

Che cos'è?

Stai leggendo Come bambini/17 su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: