Chi unisce e chi divide

20 dicembre 2010 § 2 commenti

La creatura umana, in quanto di natura spirituale, si realizza nelle relazioni interpersonali. Più le vive in modo autentico, più matura anche la propria identità personale. Non è isolandosi che l'uomo valorizza se stesso, ma ponendosi in relazione con gli altri e con Dio. […] la ragione trova ispirazione e orientamento nella rivelazione cristiana, secondo la quale la comunità degli uomini non assorbe in sé la persona annientandone l'autonomia, come accade nelle varie forme di totalitarismo, ma la valorizza ulteriormente, perché il rapporto tra persona e comunità è di un tutto verso un altro tutto. […] Questa prospettiva trova un'illuminazione decisiva nel rapporto tra le Persone della Trinità nell'unica Sostanza divina. La Trinità è assoluta unità, in quanto le tre divine Persone sono relazionalità pura. La trasparenza reciproca tra le Persone divine è piena e il legame dell'una con l'altra totale, perché costituiscono un'assoluta unità e unicità. […] alla luce del mistero rivelato della Trinità si comprende che la vera apertura non significa dispersione centrifuga, ma compenetrazione profonda. Questo risulta anche dalle comuni esperienze umane dell'amore e della verità. Come l'amore sacramentale tra i coniugi li unisce spiritualmente in « una carne sola » e da due che erano fa di loro un'unità relazionale e reale, analogamente la verità unisce gli spiriti tra loro e li fa pensare all'unisono, attirandoli e unendoli in sé.
Benedetto XVI, Caritas in Veritate, n. 53-54

Diavolo – ricordiamo – è colui che divide.

§ 2 risposte a Chi unisce e chi divide

  • tabita76 scrive:

    Senza polemizzare, ma scrivendo con cuore sincero, ti chiedo e mi domando cosa pensare di quei cristiani che all'interno della Chiesa Cattolica dividono, creano litigi, si sentono in dovere di insegnare al Santo Padre stesso perchè accoglie o porta avanti decisioni a loro avviso moderniste e preconciliari.

    Questa situazione da cattolica mi rattrista molto, proprio perchè è già triste vedere tante, troppe anime lontane da Dio, è già doloro la realtà di tanti fratelli cristiani separati … ma leggere parole dure di cattolici nei riguardi di altri cattolici o della Chiesa stessa, è tutt'altro che qualcosa di positivo.

    Volevo il tuo parere in proposito.

  • utente anonimo scrive:

    "11Mi è stato segnalato infatti a vostro riguardo, fratelli, dalla gente di Cloe, che vi sono discordie tra voi. 12Mi riferisco al fatto che ciascuno di voi dice: "Io sono di Paolo", "Io invece sono di Apollo", "E io di Cefa", "E io di Cristo!".
    Cor 1, 11-12

    Come vedi le divisioni ci sono sempre state e ci saranno sempre, purtroppo. Tra progressisti e tradizionalisti, tra movimenti, tra carismi. L'importante è che la voce del Papa prevalga sempre e che alla fine "facciamo a gara nello stimarci".
    Quid

Che cos'è?

Stai leggendo Chi unisce e chi divide su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: