Cosa fate stasera?

9 febbraio 2010 § 2 commenti

Bufera su "Paranormal activity", il film a basso budget che sta facendo il pieno ai botteghini. Non è il nostro genere e non lo andremo a veder. Ma ci incuriosisce questa notizia ripresa da molti giornali: il film è al centro di una bufera, perché pur essendo terrorizzante (almeno così si dice), non è stato vietato ai minori di 14 anni, causando svenimenti, attacchi di panico, stati catatonici. Ecco alcune dichiarazioni:

«In seguito ai malori partenopei, sulla faccenda è intervenuto il garante regionale per l’infanzia, Gennaro Imperatore, che – come si dice in questi casi, senza saper né leggere né scrivere – ha messo le mani avanti e invocato i divieto ai minori per la visione del film. Seguito a ruota da Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori, da Alessandra Mussolini, presidente della commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, che ha lanciato un allarme al ministro per i Beni e le attività culturali Sandro Bondi, e dal Codacons che sta «studiando azioni legali a tutela degli spettatori minorenni». Ignazio La Russa, ministro della Difesa, osserva che il trailer tv andrebbe vietato almeno nella fascia protetta. Il ministero di Bondi, da parte sua, ricorda che sul film la commissione competente si è già espressa, escludendo a maggioranza il divieto ai minori, e annuncia che il ministro si riserva una verifica sulla pellicola e di adottare «provvedimenti necessari per tutelare i bambini».
[Leggi tutto]
 

Probabilmente sarebbe stato giusto vietarlo ai minori di 14 anni. Ma a noi piace pensare che se una commissione competente (ma competente a far che?) non lo fa, la famiglia, i genitori, informatisi su che cosa ci sia al cinema, sappiano indicare ai loro figli cosa andare a vedere e cosa no, motivando, educando al senso critico, consigliando. Non delegando allo Stato.

§ 2 risposte a Cosa fate stasera?

  • Faber18 scrive:

    Assolutamente d’accordo.
    Riguardo poi il divieto ai minori basta fare un giro in un videonoleggio per rendersi conto di qual’è oggi la soglia considerata "a rischio" per la visione di un minorenne. Praticamente la stragrande maggiornaza sono ottimisticamente definiti "film per tutti".
    Ciao!

  • ClaudioLXXXI scrive:

    L’ho visto. Un genitore che portasse il figlio piccolo a vedere questo film sarebbe quasi da punire con la perdita della potestà genitoriale: è proprio il genere di film che spaventa di più i bambini, perchè fa leva sulla paura e l’immaginazione dello spettatore (e i bambini di solito ne hanno tantissima di entrambe).
    Ma c’è bisogno di una commissione ministeriale perchè un genitore si faccia venire il dubbio su ciò che è meglio far vedere a suo figlio?

Che cos'è?

Stai leggendo Cosa fate stasera? su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: