2009

8 gennaio 2010 Commenti disabilitati su 2009

L’ultimo numero della rivista Tempi è dedicato al Te Deum. Tutti i collaboratori hanno riflettuto sul loro 2009 e hanno ringraziato Dio per ciò che è accaduto nell’anno appena trascorso o per quello che hanno ritenuto più opportuno.
Il 31 dicembre non siamo riusciti ad andare al Te Deum in chiesa.
Ci proviamo ora a ringraziare per il 2009 appena trascorso.
Fatti eclatanti non ve ne sono stati, nessuna nascita, nessun matrimonio, nessuna vincita al Superenalotto.
Dunque che c’è da ringraziare?
Ricordo il 31 dicembre, concluso con la tristezza nel cuore, sebbene in un contesto di amicizia e familiarità.
Ricordo il 27 dicembre, per metà bellissimo e per metà drammatico.
Ricordo novembre, purtroppo.
Ricordo un luglio-agosto angoscianti.

Abbiamo conosciuto meglio tante persone.
Abbiamo conosciuto alcune persone che ci hanno fulminato con la loro presenza.
Abbiamo conosciuto luoghi meravigliosi.
Abbiamo letto cose straordinarie.
Abbiamo visto fatti accadere che mai avremmo immaginato potessero succedere.
Abbiamo proseguito nelle nostre attività.
Abbiamo creato qualcosa.
Piccole briciole di luce e massi sulle spalle.
E ci si chiede come è possibile che le briciole di luce reggano il peso dei massi.
Ma forse bisognerebbe chiedersi come fare a cogliere le briciole di luce.

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo 2009 su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: