Provvidenza

28 dicembre 2009 Commenti disabilitati su Provvidenza

«Noi viviamo un po’ tutti in un’atmosfera di deismo. La nostra idea delle leggi naturali non ci permette più facilmente di pensare a un’azione di Dio nel nostro mondo. Sembra che non ci sia spazio perché possa agire Dio stesso nella storia umana e nella mia vita. E così abbiamo l’idea che Dio non può più entrare in questo cosmo, fatto e chiuso contro di lui. Che cosa rimane? La nostra azione. E dobbiamo trasformare noi il mondo, dobbiamo noi creare la redenzione, dobbiamo noi creare il mondo migliore, un mondo nuovo. E se si pensa così, ecco che il cristianesimo è morto, il linguaggio religioso diventa un linguaggio puramente simbolico e vuoto».
Card. Ratzinger (30 Giorni, n. 10, ottobre 1998, riportato da Antonio Socci, I segreti di Karol Wojtyla, pp. 71-72).

Eppure ci caschiamo continuamente. Se avessi fatto così, se avessi fatto cosà…
No, aspettiamo e vedremo l’inatteso, vedremo non la nostra azione, ma quella di qualcun’altro.

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo Provvidenza su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: