Scuola laica/scuola atea

11 dicembre 2009 § 14 commenti

Ecco come è facile passare dalla richiesta di togliere il crocifisso da un muro, a quella di sostituire un’insegnante perché suora.

"Voglio vedere cosa dirà la maestra a mio figlio quando Valerio le chiederà come è nato l’universo", tuonò la mamma dichiaratasi orgogliosamente atea.
Ohibò, e dei professori atei della scuola laica (dunque imparziale ed equidistante) che denigrano o trattano superficialmente o saltano a pié pari filosofi cristiani, letterati religiosi e scienziati credenti? O forse anche si limitano ad omettere la fede di costoro?
Il problema però non è questa povera donna poco saggia ma molto superba.
Il problema sono coloro che le hanno detto che la scuola deve essere laica senza spiegarle cosa è la laicità. E questi sono i risultati.

P.S. Al povero Valerio, intanto, nessuno pensa.

§ 14 risposte a Scuola laica/scuola atea

  • ago86 scrive:

    Pensa a putiferio se una madre cattolica avesse detto che non voleva un insegnante atea per la propria figlia. Sarebbe andata su tutte le prime pagine per mesi e mesi.

  • Asmenos scrive:

    Condivido il giudizio che l’iniziativa della madre sia eccessiva.
    Ma certo è che, nella scuola, bisogna ricordare che, ad esempio, creazionismo ed evoluzionismo NON sono sullo stesso piano e pertanto non sono teorie alternative. Si rischia di fare la fine dell’Arkansas…

  • Lore733 scrive:

    Ma la suora non insegnava italiano??

  • Lore733 scrive:

    Appunto, allora la madre avrebbe dovuto quantomeno darle una possibilità. Non prendersela per quello che è, ma su come insegna. Se poi ci fosse stato qualcosa, allora sì avrebbe potuto portare il fatto, e poi se ne sarebbe discusso. Sennò è discriminazione…

  • Asmenos scrive:

    Appunto. Ti davo ragione.

  • Lore733 scrive:

    Ho esplicitato le motivazioni🙂.

  • utente anonimo scrive:

    Concordo con Asmenos. Se la mamma ha chiesto la rimozione dell’insegnante ha sbagliato (anche se ha sbagliato pure l’insegnante ad appellarsi direttamente ai bambini); diverso sarebbe il caso in cui avesse espresso solo un preoccupazione, legittima, sulla capacità della suora di essere "laica" su taluni argomenti.

    IlCensore

  • quidestveritas scrive:

    Oggi, a distanza di anni dalla mia frequentazione delle aule scolastiche, posso affermare che i miei professori di palese pensiero non cristiano non sono stati "laici" su numerosi argomenti, soprattutto di carattere storico e filosofico (ed anche politico). Anzi, hanno cercato di fare proselitismo a favore di teorie veteromarxiste. Che fare nei confronti di questi professori?

  • Asmenos scrive:

    La selezione degli insegnanti è una delle piaghe della scuola e dunque della società italiane.

  • graciete scrive:

    I genitori invece non li scegliamo (per lo meno non ancora) povero Valerio appunto.

  • utente anonimo scrive:

    " hanno cercato di fare proselitismo a favore di teorie veteromarxiste. Che fare nei confronti di questi professori?"

    Criticarli. Ma il fatto che in passato vi siano stati errori non giustifica la loro reiterazione, non credi?

    IlCensore

  • ago86 scrive:

    Per qual motivo le suore insegnanti vanno rimosse mentre i professori marxisti vanno solo criticati? Come può poi uno studente criticare un professore, manco ne avesse le basi.

  • topenz scrive:

    Hey, ho commentato molto analogamente sul mio blog.
    Il problema, comunque, è la libertà di educazione. I genitori per i miei figli dovrei poterli scegliere io, sulla base di programmi formativi chiari…

Che cos'è?

Stai leggendo Scuola laica/scuola atea su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: