A chi assomiglia la "sostanza"?

4 settembre 2009 § 1 Commento

Dallo splendido reportage di Tempi sul comportamento degli ospedali riguardo alla Ru486 [Leggi tutto]:

«L’utero si contrae per far uscire il contenuto…»;

«La sostanza da eliminare è veramente poca…»;

«L’ospedale è per casi acuti, non per cose che si possono tranquillamente gestire a domicilio…»;

 

Trasposizione letteraria:

«Caro, aspettiamo il contenuto dell’utero!».
«Davvero? E quand’è che la sostanza nascerà?».
«A maggio. Mi hanno detto che dovrò fare ecografie tutti i mesi, visite ogni 15 giorni, amniocentesi e morfologica. Il parto dovrà avvenire assolutamente in ospedale, perché sarà da monitorare la mia salute e quella della nostra sostanza. Sai, ne nascono così poche di sostanze ultimamente, non si possono gestire a domicilio…».

§ Una risposta a A chi assomiglia la "sostanza"?

Che cos'è?

Stai leggendo A chi assomiglia la "sostanza"? su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: