Propositi

1 settembre 2009 § 7 commenti

Ogni tanto mi balza per la testa di chiudere questo blog. In genere capita nel periodo estivo, quando lo stimolo maggiore è quello di andare al mare, quando si chiudono i giornali, le edicole e i libri. Se preparassi un grafico per illustrare la densità dei post, nel periodo estivo si presenterebbe una generosa parabola discendente. In più, mi rendo conto  che il mio animo combattivo, che aveva fatto nascere la voglia di aprire un blog, si è andato placando negli ultimi tempi ed io so bene perché.

Tuttavia c’è sempre qualcosa che si frappone fra questa idea di chiudere il blog e la realtà. Capita che nei giorni vuoti che trascorrono tra un post e l’altro succeda qualcosa. Un granellino di sabbia si inserisce nella macchinazione dei mie (pochi) pensieri. Quel granellino si palesa davanti a me e comincia a farmi domande. Una volta è un’email privata. Una volta è un messaggio. Una volta è un commento. Insomma, non c’è che dire. Nemmeno sulla chiusura di questo blog posso decidere. Non è più mio.  

§ 7 risposte a Propositi

  • utente anonimo scrive:

    Brava Quid, non sapevo proprio come dirtelo: chiudi questa ciabatta di blog.
    Innanzitutto, invece di essere trascrizione pura di articoli altrui, spesso sono tue riflessioni: ciò interessa moltissimo il lettore, ma questa non è una cosa buona, come subito spiegherò. Inoltre presenti una grande varietà di argomenti, dalle montagne all’Honduras, dalla puericultura a Benedetto XVI, e questo piace al lettore. Ma il piacere è male, l’ha detto Capezzone (ricordi la spassosa imitazione fatta da Neri Marcorè?) e forse anche Calvino.
    Poi scrivi bene e in poche righe: ora, dimmi se facessero tutti come te, che strumenti avrebbero nelle Cliniche del Sonno.
    Infine parli di Cristo e, anche se la grazia è, appunto, “di Dio”, dai modo a qualcuno di incontrarLo, di fare un piccolo “briefing” con Dio di cui nessuno saprà mai gli esiti.
    E siccome noi vogliamo controllare e misurare tutto, chiudi ‘sto blog!!!!
    Un abbraccio!

  • utente anonimo scrive:

    A me il tuo blog piace… e tutto è come se avesse il confronto di quelle parole “quid est veritas?” . Continua così, ce n’è bisogno. Da oggi ti aggiungo sul mio blog tra i preferiti. Ciao!🙂

  • quidestveritas scrive:

    Vi ringrazio amici. Ma non volevo che i vostri commenti mi facessero gonfiare il petto di orgoglio e vanagloria🙂
    Era solo una considerazione di fatti che accadono. Mi sa che mi dovrete sopportare ancora per un bel po’.🙂

  • ClaudioLXXXI scrive:

    !!!

    Per caso hai sognato la tua coscienza anche tu? Non credere a quello che dice!
    😉

  • rapyna scrive:

    “Volete andarvene anche voi?”
    Quando satanasso tentava Santa Teresa D’Avila, apparendole sotto forma di rospo, la Santa lo guardava con ironia e poi, chiudendo la mano a pugno e mettendo fuori, diritto, il dito medio, glielo puntava diritto sul muso! Armiamoci di tante dita media, ben dritte, e mostriamole con grande fierezza al signore delle mosche e ai suoi sudditi. Ciao carissima Quid!

  • utente anonimo scrive:

    carissima, mi dispiacerebbe troppo non leggerti più. Mi hai dato tanti spunti di riflessione, importanti passi di cultura religiosa e letteraria e anche di costume o cinema.
    Tu sei nata per scrivere anzi scrivi talmente bene, che devi assolutamente pensare di scrivere un libro dai forza!!!!!!!

  • quidestveritas scrive:

    Grazie Luci, sei troppo buona.
    È solo la pigrizia, o forse la tentazione di arrendersi. Ma, come ho scritto, non riuscirei più a chiudere il blog, nemmeno se volessi🙂
    Ehi rapy, mi hai dato una buona idea😉

Che cos'è?

Stai leggendo Propositi su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: