Piccoli passi

7 maggio 2009 § 1 Commento

Non verrà mai troppo tardi la revoca della delibera della Conferenza Episcopale Italiana sulla possibilità di ricevere la Santa Comunione in mano. Questo piccolo cambiamento ha tolto piano piano la consapevolezza di cosa si va a ricevere. Banalizza il gesto, non si educa all’Adorazione. Per fortuna in qualche caso raro si prendono decisioni importanti:

«Considerata la frequenza in cui sono stati segnalati casi di comportamenti irriverenti nell’atto di ricevere l’Eucaristia disponiamo che nella Chiesa Metropolitana di San Pietro, nella Basilica di San Petronio e nel Santuario della Beata Vergine di San Luca in Bologna, i fedeli ricevano il Pane consacrato solamente dalle mani del ministro direttamente sulla lingua"».
Card. Caffarra, arcivescovo di Bologna

§ Una risposta a Piccoli passi

  • OrsobrunoBlog scrive:

    Carissima Quid,
    la penso come te.
    La questione è annosetta, al punto che nel mio ricordo personale potrebbe esserci qualche imprecisione.
    Giovanni Paolo II personalmente non era favorevole alla cosa, ma decise di lasciare la decisione ai singoli vescovi o alle singole Conferenze episcopali, adesso non ricordo. Un santo, un Pastore autorevolissimo, ma che sapeva individuare e rispettare le autonomie degli altri. Avercene!!
    Con gli anni, oltretutto, ha preso piede ovunque una totale trascuratezza circa gli accorgimenti pratici che dovrebbero essere associati alla distribuzione del Pane eucaristico nella mano.
    Quindi io, come certamente tu, rimango fedelissimo al mio arcivescovo ‘senza se e senza ma’.
    Tuttavia, se lo incontrassi in piazza del Duomo, e lui spontaneamente mi chiedesse cosa ne penso della questione… ;-)))))
    Ciao!!!

Che cos'è?

Stai leggendo Piccoli passi su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: