La Chiesa secondo Ruini

7 novembre 2007 Commenti disabilitati su La Chiesa secondo Ruini

Dall’intervista a Ruini, Corriere della Sera, 4 novembre 2007

Qual è l’attitudine verso l’Italia dei due Papi di cui lei è stato vicario?

«C’è una differenza, non solo di stile: Benedetto XVI viveva già in Italia da oltre vent’anni; Giovanni Paolo II era sconosciuto a molti, me compreso. Ma c’è una grande somiglianza: entrambi partecipano della profonda convinzione che l’Italia e la Chiesa italiana abbiano un ruolo centrale nel contesto europeo e mondiale. Io stesso, nei due decenni trascorsi nel Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, ho notato che dall’estero si guarda all’Italia come a un’esperienza che ha qualcosa da dire anche a loro».

La Chiesa italiana è un modello per gli altri episcopati?

«La situazione reale è rovesciata rispetto a quella talora raffigurata in Italia: non c’è qui da noi una Chiesa di retroguardia rispetto ad altri Paesi più illuminati, più aperti al futuro; è vero semmai il contrario, sono gli altri a rivolgersi a noi con grande interesse».
[Leggi tutto]

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo La Chiesa secondo Ruini su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: