Tempo eterno

16 ottobre 2007 § 1 Commento

La Chiesa si pone come limite all’invadenza del tempo, ma non pensa in chiave apocalittica alla fine del mondo. Spera nella salvezza dell’uomo dall’uso inumano delle sue possibilità e tradizioni. Papa Benedetto vuole riportare la Chiesa nel tempo eterno: per questo mette al centro del suo ministero la liturgia come espressione piena e propria dell’esistenza ecclesiale. […]
Il motu proprio che stabilisce la non interrotta validità della liturgia tradizionale in latino come liturgia vivente vuole significare che il flusso della preghiera è inarrestabile e che trascende il tempo: non si aggiorna. Non è solo per il motivo di riassorbire lo scisma di Econe, ma è per ricordare la dimensione perenne della preghiera e della Chiesa che papa Benedetto ha voluto testimoniare la perenne validità dell’antica liturgia, testimone della dimensione metatemporale della Chiesa.
Gianni Baget Bozzo
[Leggi tutto]

§ Una risposta a Tempo eterno

Che cos'è?

Stai leggendo Tempo eterno su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: