Funerali

21 settembre 2007 § 3 commenti

Le celebrazioni in morte di Luciano Pavarotti rischiano di rimanere nella memoria come un fatto stucchevole più di una delle rare stecche del tenore. Ebbene Pavarotti era un mito. O meglio ci siamo accorti, a cadavere ancor caldo, che era un mito. Che all’estero lo stavano già celebrando con l’enfasi degna di un’icona pop.
[…]
Ma al di là del profluvio di articoli e condoglianze, gli applausi dentro la chiesa manco fossimo alla Scala, il cordoglio istituzionale, le raccolte di cd già in vendita allegate ai settimanali, al di là della difficoltà a capire perché un uomo possa trasformarsi in mito nell’era dei mass media solo per aver cantato (spesso e volentieri in imbarazzanti duetti lirico pop), perché la gente sia passata dai guerrieri a inneggiare i comici, al di là di tutto ciò, stupisce la mancanza di decoro collettivo di fronte alla morte.

La mancanza di decoro di una società postmoderna in cui anche l’ultimo atto di vita, cioè la morte, viene messo alla berlina, svilito dalle immagini, svilito dai commenti, svilito dal chiasso. C’è tristezza nel comprendere che il nostro mondo ha dimenticato i modi per celebrare anche il rito fondante della civiltà: la sepoltura. Da sempre le civiltà si sono contraddistinte per questo rito e gli studiosi ancora oggi traggono le maggiori informazioni del passato dalle tombe. Chissà di noi, attraverso le immagini e i commenti di questi funeral-show, cosa penseranno gli archeologi del futuro.
Angelo Crespi

Il primo funerale show, ricordo, fu quello di Alberto Sordi. La bara su un palcoscenico, con la folla giù ad applaudire  come al concertone del I° maggio, con il sindaco di Roma a elogiare il defunto, a lodarlo con la stessa voce ed enfasi utilizzate per un comizio. Forse, questo modo di "celebrare" i funerali è un altro modo, l’ennesimo, per non soffermarsi in silenzio, per non pensare per un momento soltanto alla condizione spogliata dell’uomo davanti alla morte. E via con il prossimo giro…

§ 3 risposte a Funerali

Che cos'è?

Stai leggendo Funerali su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: