10 aprile 2007 § 7 commenti

Ho sentito con le mie orecchie una Via Crucis in cui veniva letta una poesia pacifista, un brano in cui un colono ebreo si faceva saltare in un bar con dentro clienti palestinesi e il messaggio più importante che raggiungeva l’assemblea era uno spot a favore della donazione degli organi?

Non mi sono ripresa ancora del tutto, abbiate pazienza. 

§ 7 risposte a

  • AnnaV scrive:

    Incredibile!
    A me questa sfortuna non è ancora capitata. Spero non capiti mai!

  • utente anonimo scrive:

    DOVE è successo?
    Dovresti proprio dirlo. E’ importante.

  • BBSlow scrive:

    Tutta la mia comprensione…
    Ma perché, invece di affidarle ai “ggiovani” o a chissà chi, le riflessioni (che poi… ma sarà proprio indispensabile, ‘st’overdose di parole?) non le prendono da chi le sa fare?

  • ago86 scrive:

    Te la sei inventata, ammettilo. Non ci credo che un colone ebreo si sia fatto saltare in aria, qui hai esagerato troppo.

  • maturin scrive:

    Ma la Croce l’hanno lasciata o era proprio una Via Crucis nel senso di togliamo-di-mezzo-la Crucis?

  • utente anonimo scrive:

    Sbagli a non fare nomi. Mi scuserai, ma è così.
    E’ buona cosa che avvengano gli scandali, lo dice il Vangelo.
    Da dove viene la tua reticenza? Di cosa hai paura?

    V.

  • maturin scrive:

    Scusa, ma, a parte quella “V” sei anche tu un anonimo… E il Vangelo non dice che “è buona cosa che avvengano gli scandali” ma:
    Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo! (Mt 18,7)

Che cos'è?

Stai leggendo su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: