31 Maggio 2006 § 1 Commento

Come volevasi dimostrare/3: L’Italia ha ritirato il sostegno che aveva finora dato ad una "dichiarazione etica" firmata da più paesi riguardo l’uso della ricerca sulle cellule staminali [embrionali]. Su questo tema, l’Italia ha pertanto «cambiato posizione», ha detto il ministro, ricordando che «naturalmente la sua legge resta in vigore. Ma – ha precisato – non mi sembrava il caso che in sede europea come paese avessimo una posizione di chiusura totale alla sperimentazione e la ricerca». Sostanzialmente, quella sancita ieri è un’apertura a livello europeo in direzione dell’utilizzo a scopi di ricerca scientifica degli embrioni sovrannumerari e destinati a morte certa.
Due domande:
1) Come mai paesi più avanzati nella ricerca sulle cellule staminali embrionali,
come l’Australia, decidono di puntare sulle cellule staminali adulte?
2) Cosa dirà ora la signora Paola Binetti per difendere la sua
scelta scellerata?

 

UPDATE: Luigi Bobba, ex presidente delle Acli, e neo-deputato dell’Unione prova a difendere la sua scelta scellerata.

UPDATE/2: «La firma è mia» e la gestisco io, Marina Corradi su Avvenire

 

UPDATE/3: La Binetti si appella a Prodi, il che è tutto dire…

§ Una risposta a

  • unapersonaintorno ha detto:

    Ho appena sentito alla radio.
    ..Come volevasi dimostrare.

    Che mi dicano ancora che è un dovere civico votare referendum abrogativi (palla! Studiassero almeno la costituzione!) quando alla prima occasione e dove possono ovviare (la scusa europea), ciò che ne uscito comunque ha valore quanto la carta straccia per lor signori.
    Io aspetto al varco ogni cristiano che ha votato per questa gente, ad ogni mossa chiederò loro conto della responsabilità che si sono assunti davanti a Dio e agli uomini della loro scelta “adulta”.
    E’ ora di crescere davvero e saper discernere se non dove è il bene, almeno dove è il male peggiore.

Che cos'è?

Stai leggendo su Quid est Veritas?.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: